APP SELF-ORDER

Per questo articolo del mese abbiamo deciso di presentare alcune delle importanti novità sviluppate per la nostra app Self-Order, l’applicazione pensata appositamente per permettere al cliente di ordinare comodamente da casa i suoi piatti preferiti del tuo locale.

Abbiamo già parlato dei benefici di creare un’app personalizzata per il proprio locale per asporto, un’app che sia modellata secondo le specifiche esigenze di ogni locale, e oggi vogliamo presentare tutte le novità offerte dall’applicazione interfacciata con il nostro software Speedy®.

Se vuoi conoscere tutte le possibilità dell’app oltre alle novità che riportiamo sotto, non esitare a visitare la pagina dedicata.

1. LIMITAZIONE INSERIMENTO ORDINE NEGLI ORARI DI APERTURA DEL LOCALE

Nel caso in cui un cliente cercasse di inserire il suo ordine in un periodo di tempo al di fuori dell’orario di apertura del locale, l’app avviserà tramite una notifica push dell’impossibilità di gestire e preparare il suo ordine al di fuori degli orari previsti, che verranno indicati chiaramente all’interno della notifica stessa.

Gli orari predefiniti dovranno essere impostati dal software e avviseranno il cliente dell’impossibilità di gestire la richiesta prima dell’orario di apertura prestabilito.

2. VISUALIZZAZIONE DEL TEMPO DI ATTESA

Sia per gli ordini che devono che prevedono la consegna a domicilio, che per quelli che il cliente decide di ritirare presso il locale, è stata aggiunta nell’app la possibilità di visualizzazione del tempo di attesa per l’una e per l’altra opzione.

I tempi di attesa saranno differenziati in base all’impegno dei forni e alle consegne già prenotate, informazioni che l’app riuscirà a ricavare sempre grazie all’interfacciamento con il gestionale.

L’utente finale avrà così immediatamente chiaro il tempo di attesa richiesto per l’elaborazione del suo ordine, evitando malcontenti e lamentele.


3. GEOLOCALIZZAZIONE INDIRIZZO DI CONSEGNA

Diventa possibile dagli ultimi aggiornamenti dell’app scegliere quali zone di consegna gestire e secondo quali criteri. Per esempio è possibile impostare un prezzo maggiorato in base alla distanza dal locale, oppure decidere di non gestire con il domicilio determinate zone.

Il cliente potrà geolocalizzarsi in tempo reale e controllare se la sua posizione è gestita per la consegna, oppure potrà scegliere anche di inserire manualmente una indirizzo per la consegna ed effettuare lo stesso controllo.

Nel caso in cui una zona non sia inclusa tra gli indirizzi di consegna, il cliente verrà avvertito tramite notifica push direttamente dall’app e potrà decidere se passare alla modalità “ritiro” o se inserire un altro indirizzo.


4. GESTIONE DEI FORMATI E DELLE VARIAZIONI

Nel momento in cui l’utente sceglie la propria pizza, è stata inserita nell’app Self-Order la possibilità di scegliere il formato (normale, mini, maxi) ed eventualmente la variazione degli ingredienti che compongono la pizza, modificando in automatico anche il prezzo finale di quanto ordinato.

Le variazioni potranno essere in diminuzione solamente se quell’ingrediente sarà incluso nella ricetta della pietanza, mentre potranno essere inseriti potenzialmente tanti ingredienti quanti il locale ne gestisce, a meno che non si voglia imporre un limite massimo di ingredienti in aggiunta.


5. PIZZE A METRO

Particolarmente interessante risulta la nuova possibilità di inserire tra le pietanze e far ordinare correttamente anche le pizze a metro.

Sarà possibile selezionare il formato della pizza a metro, selezionare il numero totale di gusti da inserire e sceglierli tra le varie pizze proposte, per procedere quindi eventualmente anche con l’aggiunta o la sottrazione per ciascun gusto di determinati ingredienti.

Il prezzo finale verrà elaborato autonomamente dall’app grazie alle regole impostate da software gestionale.


6. SCELTA DELLA FASCIA ORARIA

In base alla disponibilità dei forni è stato inserito dagli ultimi aggiornamenti di software ed app la possibilità di scelta dell’orario di consegna dell’ordine effettuato, occupando in questo modo la fascia temporale prescelta sia all’interno dell’app che all’interno del gestionale.

La funzionalità è stata pensata per evitare accavallamenti di ordini e impossibilità di gestire in modo adeguato tutte le comande che arrivano nei modi più disparati (in sala, tramite chiamate, con l’app, eventualmente tramite sito, ecc…)

Gli slot temporali tra cui scegliere saranno quelli disponibili in base a impegno dei forni ed ordini precedenti, e le regole dovranno essere impostate tramite software gestionale.


NUOVA TIPOLOGIA DI PAGAMENTO: BANCOMAT ALLA CONSEGNA

Ultimo ma non ultimo, in fase di scelta di pagamento a completamento dell’ordine, l’utente può ora selezionare (nel caso in cui venga resa disponibile) anche l’opzione di pagamento “bancomat alla consegna”.

In questo modo il fattorino verrà avvisato di portare il POS per il pagamento bancomat, in quanto richiesto dal cliente, evitando di trovarsene sprovvisto al momento della consegna dell’ordine.

Nel caso in cui l’esercente non volesse dare questa possibilità, questa o le altre modalità di pagamento possono non essere incluse nell’elenco dei pagamenti.


Siamo sicuri queste siano novità molto, molto interessanti per chi gestisce un locale per asporto ed è alla ricerca di un’app innovativa per permettere ai propri clienti di ordinare da casa.

Questa è l’app Self-Order, interfacciata con il nostro software per locali d’asporto Speedy®.

Ma conosci anche l’app per la gestione e la localizzazione in tempo reale dei fattorini? Scopri Speedy Rider, e facci sapere a quali altre funzionalità essenziali per un’app self-order non abbiamo ancora pensato!

3 Thoughts to “APP SELF-ORDER Tutte le novità”

  1. alfonso carbone

    salve

    vorrei sapere il prezzo del software per ordinare pizze da casa online
    saluti
    alfonso

    1. 2bit

      Salve Alfonso, a breve verrà contattato tramite mail da un nostro responsabile. Grazie per averci scritto!

    2. Crispi Angelo

      Vorrei informazioni, grazie

Leave a Comment