GESTIRE UNA PIZZERIA D’ASPORTO: 6 CONSIGLI

Hai una pizzeria d’asporto e ti prepari ad iniziare la consegna a domicilio? Ti chiedi come fare a gestire una pizzeria d’asporto al meglio?

Se anche tu come tanti altri professionisti del settore ti trovi in questa situazione, sicuramente con alcuni suggerimenti potrai trovare la soluzione adatta alle tue esigenze.

Di seguito trovi i nostri 6 consigli utili per aiutarti a gestire la tua pizzeria d’asporto senza errori e sorprese:

  • Assicurati di essere supportato da un programma gestionale valido ed efficace in grado di supportarti in tutte le fasi della tua attività;
  • Registra le ordinazioni utilizzando un planning grafico. Il planner rende visibile sia il carico di lavoro del forno sia l’impegno delle eventuali risorse addette alle consegne a domicilio;
  • Gestisci con precisione gli incassi e le retribuzioni dei fattorini che si occupano della consegna a domicilio, sfruttando un gestionale studiato appositamente per i locali d’asporto;
  • Visualizza a video il riepilogo delle consegne effettuate per un monitoraggio costante;
  •  Assicurati di poter visualizzare il conteggio finale della retribuzione spettante al fattorino. Consigliamo di conteggiare il numero di consegne o il tempo di lavoro dell’operatore e calcolare il dovuto a seconda della zona di pertinenza.
  • Visualizza il totale dei pagamenti incassati dai fattorini dai quali potrai stornare alcune consegne non effettuate.

Come avrai potuto capire leggendo i nostri consigli, il segreto per una gestione ottimale è lo strumento utilizzato nel lavoro e le ultime novità nel campo informatico permettono una gestione a regola d’arte di queste attività di asporto proponendo software semplici e di facile utilizzo ma allo stesso tempo precisi ed efficaci in grado di risolvere e gestire tutte le operazioni dalle più semplici alle più complesse.

Scrivici per avere maggiori informazioni su Speedy.

    Nome (richiesto)

    Email (richiesto)

    Messaggio

    Ho letto e accettato l'informativa sulla privacy

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Torna in alto