LE PICCOLE SOLUZIONI CHE FANNO LA DIFFERENZA NEL DELIVERY

Alle volte sono le piccole cose che fanno la differenza, anche nel servizio a domicilio. Le funzionalità elaborate, pensate per risolvere le difficoltà maggiori, sono importanti, ma se poi i piccoli dettagli che possono velocizzare il lavoro e migliorare il rendimento non vengono tenuti in considerazione, a cosa serve?

Ecco perché abbiamo raccolto in questo articolo le soluzioni a piccoli problemi quotidiani di realtà delivery, che siamo sicuri ti siano capitate, ma per cui non sapevi ci fosse soluzione.

Seguiamo quindi il nostro fattorino immaginario in una consegna durante un weekend, per vedere insieme tutte le piccolezze che gli semplificano la vita di fronte alle difficoltà del lavoro.


“QUALI SONO LE ZONE CHE DEVO SERVIRE?”

Alle volte diversificare e distribuire tra i fattorini diverse zone di competenza, può aiutare ad ottimizzare il lavoro di consegna e migliorare anche le performance di ognuno.

Se ad ogni fattorino viene associato un “raggio d’azione”, sarà più facile per lui capire a chi spettano le consegne di comande in uscita dalla cucina, senza caricare in macchina o in moto ordini per zone lontane tra loro, facendo perdere tempo a lui e benzina al locale.


MA NON SERVIAMO SEMPRE LE STESSE ZONE

Nel weekend il locale ha troppo lavoro, non gli è possibile gestire le stesse zone di consegna che gestisce durante la settimana, quando invece il lavoro è minore.

Come ricordare ai dipendenti i giorni associati alle zone e come comunicarlo ai clienti?

Tra le varie soluzioni per le realtà delivery, è possibile inserire nel proprio programma gestionale una sorta di calendario per le zone di consegna, dove indicare i giorni / gli orari e le zone associate. In questo modo se un cliente chiama gli verrà facilmente detto se la sua zona è gestita o meno per quel giorno. Se invece l’ordine viene effettuato da app o da sito, in automatico gli orari e le disponibilità si aggiorneranno in base alla zona selezionata.

E per i fattorini sarà molto più chiaro il lavoro.

Esempio di calendario a zone di EasyPOS

“QUALI COMANDE SONO PRONTE? DEVO PARTIRE O ASPETTARE?”

Senza interrompere il lavoro frenetico della cucina o di chi si trova al bancone, è difficile per un fattorino sapere se gli è possibile partire con la consegna oppure se deve aspettare altre comande.

Soprattutto se il locale vuole ottimizzare quanto più possibile le consegne a zone vicine, evitando di sprecare benzina inutilmente.

Può essere fornito ai pony un monitor dedicato dove visualizzare l’avanzamento delle comande in cucina, magari diviso per zone così da capire se a stretto giro stanno uscendo altre consegne per lui. In questo modo si migliorerebbe a lui il lavoro e al resto del locale la concentrazione.


IDENTIFICARE LE COMANDE SENZA APRIRE TUTTI I CARTONI

Per capire velocemente quale ordine c’è dentro ad ogni scatola, è sufficiente pensare di trasformare la stampa delle comande da semplice fogliettino di carta a etichetta adesiva da attaccare sui cartoni.

In questo modo il fattorino potrà identificare facilmente i vari ordini, evitare figuracce con il cliente o dimenticanze e ottimizzare i tempi di consegna.


“SONO PARTITO IN RITARDO, COME FACCIO A NON FAR ARRABBIARE IL CLIENTE?”

Ci sono due modi per cercare di arginare il problema:

  1. Cercare di tranquillizzare il cliente avvisandolo in anticipo del ritardo, magari tramite sms automatico da programma gestionale, così da non coglierlo impreparato
  2. Emettere automaticamente un buono da spendere sui futuri ordini in caso di consegna in ritardo, per convincerlo a darti un’altra possibilità e riordinare da te

Questi i piccoli problemi che possono fare la differenza per diventare un grande locale. Il software gestionale Speedy ha trovato per i piccoli problemi delle grandi soluzioni per il delivery.

Te ne vengono in mente altri che non abbiamo menzionato? Scrivilo nei commenti, oppure contattaci per aiutarci a migliorare sempre di più.

    Nome (richiesto)

    Email (richiesto)

    Messaggio

    Ho letto e accettato l'informativa sulla privacy

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Torna in alto